Perla della Vera Sintesi

Il Tai ji quan è una disciplina marziale interna nata agli albori della civiltà cinese, che si ispira al principio originario di creazione del mondo delle forze opposte yin e yang.
Nei secoli si sono sviluppati diversi stili (Chen, Yang, Wu e Sun), e la forma praticata dalla scuola Anidra e dai suoi istruttori nasce da una sintesi operata in Cina agli inizi del secolo scorso dai maestri di queste varie scuole formando il cosiddetto “Tai ji delle Sintesi Autentiche” (Zheng Zong taiji quan), sviluppata ulteriormente dal M°Bendinelli che la rinomina “Perla della vera sintesi”.
La caratteristica del Tai ji delle Sintesi Autentiche è l’unione dei principi dell’arte del combattimento e della coltivazione interna dell’energia.

Tra le varie discipline che confluiscono in questo stile, un contributo fondamentale proviene dal Yi Quan (o “pugilato dell’intenzione”), la cui caratteristica principale è l’addestramento dell’ l’intenzione mentale (Yi) che trova la sua espressione nella forza esplosiva in assenza di forme preordinate attraverso il rilassamento, la lentezza e il movimento elastico interno.

La disciplina del Tai ji quan è caratterizzata dall’esecuzione di una serie di movimenti in sequenza, i cui gesti circolari ed armonici sono l’espressione di una forza interna e di un movimento che scaturisce dal centro del corpo.

La pratica di quest’antichissima arte marziale ha tra i suoi molteplici obiettivi, la percezione dell’energia (ch’i), il controllo del respiro, lo sviluppo della concentrazione e della coordinazione, così come la meditazione e l’immaginazione; elemento fondamentale di questo processo è il rilassamento fisico, emozionale e mentale che permette di sperimentare l’unione con tutto ciò che ci circonda.